pietra lavica su fuoco

Pietra lavica

Perchè usare la pietra lavica per cucinare ?

Se usiamo una piastra in pietra lavica per cucinare abbiamo la possibilità di usare la piastra sia subito mentre è sotto il fuoco diretto che per anche un 20 minuti dopo l’esposizione al calore, perchè la pietra lavica mantiene il calore per un pò di tempo prima di disperderlo.

Il motivo principale che rende la pietra lavica speciale sono le proprietà stesse del materiale.

Il cibo cucinato tramite pietra lavica è più sano perchè con questo piano di cottura non vengono rilasciate sostanze tossiche e il cibo non entra in contatto con il fumo , cosa che capita spesso con “cibi grassi”

La piastra in pietra lavica per cucinare non emette sostanze tossiche , è prodotta da colate laviche (tipo quelle dell’Etna) ed è pura al 100%.

 

Pietra lavica su fuoco

Scheda tecnica

Consigli e operazioni da evitare

La pietra lavica per cucinare , come ogni pietra , non è che ama molto gli sbalzi di temperatura.

Quando finisci di usarla , che è super calda, non bisogna buttarci sopra subito una secchiata d’acqua per non rischiare di incrinarla e rovinarla , aspetta che ritorni a temperatura ambiente.

Non utilizzare oli o altro , perchè non ne hai bisogno, è anche il bello appunto di questo tipo di cucina.

E’ da utilizzare su fuoco diretto e con alte temperature : Fuoco diretto , Camino , Fornelli , vanno tutti benissimo !

La pulizia con l’olio d’oliva del primo utilizzo

La prima volta prendi un panno e ungilo d’olio d’oliva , in modo da “spalmare” l’olio sulla superficie della pietra (non ne serve 1 litro).

Lascia la pietra a riposare con l’olio qualche ora , poi puoi lavare con acqua.

La pulizia della piastra pietra lavica

Per pulire una classica piastra di pietra lavica per cucinare basta utilizzare la classica spugnetta metallica e solo dell’acqua e alla fine se vuoi una strofinata con un pò di aceto.

Non usare detersivi o altro di tossico perchè la pietra li assorbirebbe.